Storia dell’EXPO

La prima esposizione ebbe luogo nel 1751 a Londra, e le due esposizioni successive nel 1798 e nel 1802 a Parigi, ma l’esposizione considerata la prima vera e propria esposizione universale viene considerata l’Esposizione Universale (Great Exhibition) di Londra del 1851. Da allora l’esposizione fu organizzata 70 volte.

Per l’occasione dell’EXPO furono costruiti numerosi edifici  diventati poi simboli delle città. Tra gli edifici più interessanti possiamo menzionare Atomium – un monumentale modello del cristallo di ferro ingrandito ben 165 miliardi di volte, costruito per l’occasione dell’Esposizione Universale di Bruxelles nel 1958 come simbolo di  successi scientifici e tecnici di allora e del „secolo dell’atomo”. Appositamente per l’occasione dell’Esposizione Universale del 1889 fu costruita la Torre Eiffel il cui obiettivo era quello di mostrare il livello dei progressi nell’ambito dell’ ingenieria e le capacità tecniche dell’epoca. Gli organizzatori di ogni esposizione vogliono mostrare le soluzioni più interessanti soprattutto nell’ambito delle soluzioni tecniche ed architettoniche.

La prossima esposizione EXPO avrà luogo a Milano ed il tema sarà: „Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”. É già la seconda edizione dell’esposizione organizzata a Milano. La precedente esposizione a Milano ebbe luogo dal 28 aprile al 31 ottobre del 1906.

L’ultima Esposizione Universale EXPO, che precede quella di Milano, fu organizzata a Shanghai. L’organizzatore principale della partecipazione della Polonia in quella Esposizione conformemente all’accordo con il Ministro dell’Economia fu Polska Agencja Rozwoju Przedsiębiorczości (Agenzia Polacca per lo Sviluppo delle Imprese).

La PARP realizzò il progetto per la costruzione del Padiglione della Polonia che riscosse tanto successo come pure l’arredamento degli spazi interni. Inoltre preparò un ricco programma di promozione della Polonia durante l’Esposizione – programma economico e culturale, programma di promozione delle regioni e delle città polacche.

Il Padiglione della Polonia durante l’EXPO fu visitato da una cifra record di 8,2 milioni di visitatori. Fu uno dei padiglioni nazionali più visitati dai cittadini cinesi. Durante i 6 mesi della durata dell’EXPO la superficie dell’EXPO fu visitata da oltre 73 milioni di visitatori.

Il Padiglione fu progettato da un team di architetti composto da: Marcin Mostafa, Natalia Paszkowska e Wojciech Kakowski. Nelle decorazioni esterne fu utilizzato un disegno di intaglio ispirato alla tradizione dei ritagli popolari.

Gli organizzatori dell’esposizione in Cina premiarono la Polonia con la Medaglia d’Argento per la creatività del programma e per la coerenza con il tema dell’esposizione EXPO – Better City, Better Life. Il programma di promozione della Polonia – soprattutto il programma economico – fu apprezzato anche dai giornalisti di opinione dei media cinesi (il Padiglione della Polonia fu visitato da 1157 giornalisti cinesi e nei media cinesi furono pubblicati all’incirca 600 articoli relativi al Padiglione della Polonia ed alla presentazione della Polonia durante l’EXPO). Il 15 novembre 2010 nell’ambito dell’evento „2010 CBN Marketing Awards for Expo 2010 Shanghai China” la Polonia fu premiata con il premio prestigioso nella categoria „La migliore promozione dello Stato” – Shanghai Expo 2010.